• 24th Luglio
    2014
  • 24
  • 24th Luglio
    2014
  • 24
  • 24th Luglio
    2014
  • 24
  • 24th Luglio
    2014
  • 24
  • 23rd Luglio
    2014
  • 23
  • 23rd Luglio
    2014
  • 23
  • 23rd Luglio
    2014
  • 23
  • 22nd Luglio
    2014
  • 22
Sai qual è la mia poesia afghana, maresciallo Paris? […]
La poesia è questa. C’è la Manuela Paris che fa la cantante in stò locale fumoso - tieni presente che io sono il pianista e io le dò il ritmo -, si muove sul palcoscenico con stì guanti lunghi fino ai gomiti, ci ha il rossetto rosso e un vestito rosso fuoco che le lascia le spalle nude. Manuela Paris ha le ossa sporgenti, e le clavicole come corde di violino. E’ talmente sensuale che mi si scioglie il sangue. […]
Tu in queste squallide notti afghane mi togli la paura di morire, mi rendi felice, maresciallo Paris, e io te ne sarò grato per sempre.
Limbo - Melania G. Mazzucco
  • 22nd Luglio
    2014
  • 22
  • 21st Luglio
    2014
  • 21
  • 21st Luglio
    2014
  • 21
  • 21st Luglio
    2014
  • 21
  • 20th Luglio
    2014
  • 20
  • 20th Luglio
    2014
  • 20
  • 20th Luglio
    2014
  • 20